mercoledì 28 marzo 2012

Siamo arrivati in Libano

Beirut
PREPARANDOCI PER LA MARCIA


Siamo giunti ieri pomeriggio a Beirut. Alloggiamo in un albergo economico nella storica e centralissima zona di Hamra.

Abbiamo incontrato un rappresentante del Comitato organizzatore libanese della Marcia Globale, che ci ha esposto le ultime notizie riguardo alla preparazione della Marcia, che si svolgerà dopo domani. Inutile nascondere le complicazioni che ci sono riguardo al percorso della marcia stessa. Le autorità israeliane stanno esercitando formidabili pressioni sulle autorità libanesi (come su quelle giordane ed egiziane) affinché si impedisca ai manifestanti di giungere alle frontiere con la Palestina.
Il complesso e controverso scenario politico mediorientale è un altro fattore che si riverbera in modo pesante sulla GMJ.
E' sicuro che la marcia libanese raggiungerà il Castello di Beaufort, a 5 km dal confine con la Palestina. Più oltre, sembra che non riusciremo ad andare. Il Castello di Beaufort è un luogo altamente simbolico, poiché li i feddayn  palestinesi resistettero in modo eroico, nel giugno del 1982, all'invasione israeliana.
Negoziati sono in corso con le autorità libanesi affinché si possa marciare fino al confine palestinese.
Oggi, assieme a tutte le altre delegazioni internazionali (le delegazioni asiatiche, dopo tre settimane di viaggio via terra, sono giunte questa mattina con una nave proveniente dalla Turchia), ci recheremo a Sabra e Chatila, il campo profughi palestinese di Beirut, dove nel 1982 avvenne il famigerato massacro ad opera dei falangisti e degli israeliani.
Oggi pomeriggio avremo l'incontro con una delegazione del Movimento di liberazione palestinese.
Cercheremo di tenere informati i nostri amici e i nostri lettori aggiornando il sito ogni mattina.

Nessun commento:

Posta un commento

Lettori fissi