martedì 6 marzo 2012

CRESCONO LE ADESIONI PER LA MARCIA GLOBALE

Tariq Ali (al centro) e George Galloway (a destra)
Un breve resoconto sull'attività svolta e quel che stiamo facendo

Crescono ogni giorno le adesioni alla Marcia Globale, sia qui in Italia (a giorni pubblicheremo la lista completa dei nuovi firmatari dell'Appello) che nel mondo. Segnaliamo intanto che hanno aderito due noti esponenti della sinistra no-war inglese: George Galloway e Tariq Ali, che hanno anche assicurato che parteciperanno alla marcia del 30 marzo.
Noi, qui in Italia, con le poche forze che abbiamo a disposizione, stiamo facendo il massimo che possiamo. Ma i risultati iniziano a giungere, anche sul fronte di coloro che hanno dato la disponibilità a marciare verso la Palestina il 30 marzo. 
In sede internazionale si è deciso di dislocare le delegazioni europee su tutte e tre le marce che procederanno verso la Palestina e Gerusalemme: dalla Giordania, dall'Egitto e dal Libano.
Noi italiani andremo in Libano, e ci uniremo alla grande manifestazione che raggiungerà la frontiera palestinese il giorno 30 marzo. Oltre a migliaia e migliaia di cittadini libanesi e di palestinesi, ci saranno delegazioni dall'India, dal Bangladesh, dal Pakistan, dall'Iran, dalla Turchia e speriamo dall'Iraq.

Approfitteremo della Marcia per soggiornare in Libano almeno quattro giorni che saranno densi di appuntamenti. Oltre ad una conferenza stampa, faremo visita ai campi profughi palestinesi, Sabra e Chatila ed Ein el-Hilweh, a Sidone. Incontreremo le varie formazioni palestinesi, politiche, della società civile e religiose. Incontreremo infine rappresentanti della Resistenza nazionale libanese.

Nei nostri piani la delegazione italiana dovrebbe partire per il Libano il 28 marzo, per fare ritorno il 2 aprile. Per quanto riguarda i costi stiamo tentando di contattare tutte le compagnie aeree per strappare il prezzo più basso. Ci sono poi i costi di alloggio per 5 giorni in Libano. Faremo tutto quanto è possibile per stare dentro i 500 euro a testa, tutto compreso.

Ricordiamo che chi desidera unirsi alla delegazione deve contattarci a questo indirizzo: globalmarch@tiscali.it. Daremo tutte le delucidazioni del caso.

C'è un'ultima cosa, ma davvero importante. Il Comitato internazionale della GMJ ha invitato tutti i sostenitori a non limitarsi ad inviare donne e uomini alle marce verso la Palestina. Ha chiesto che il 30 marzo, in ogni paese, si svolgano manifestazioni e presidi in simultanea, meglio sotto le ambasciate israeliane, con al centro la protesta contro la pulizia etnica nella Città Santa di Gerusalemme.


Un obbiettivo non facile, visto anche che molti di noi si uniranno alla marcia del 30 marzo in Libano. C'è quindi bisogno di unire tutte le forze!





Nessun commento:

Posta un commento

Lettori fissi